Tributo a Javier Zanetti


Tributo al capitano dell’Inter Javier Adelmar Zanetti… un grande campione, grande attaccamento alla maglia e sempre l’ultimo a mollare.

Javier Adelmar Zanetti è nato in Argentina a Buenos Aires il 10 agosto 1973. Giocatore molto duttile tatticamente può giocare con uguale efficacia sia come esterno difensivo a destra e a sinistra, e anche come esterno di centrocampo sulle due fasce e da centrale di centrocampo. Quando arrivò all’Inter, l’allenatore Ottavio Bianchi mise Zanetti esterno della difesa a cinque. Successivamente con Roy Hodgson cominciò a giocare esterno di centrocampo prima a destra e molte volte sulla sinistra, ruolo che esaltava la sua capacità di corsa palla al piede. Dopo Hodgson arrivò Gigi Simoni che cominciò a far giocare Zanetti come terzino sinistro oppure centrocampista centrale al fianco di Moriero con ottimi risultati. Gli allenatori che seguirono usarono Zanetti in diversi modi e lui rispondeva sempre con il solito impegno. Nel 2001 quando sembrava che fosse in declino e che addirittura dovesse lasciare l’Inter per andare al Real Madrid, viene ingaggiato come allenatore Hector Raul Cuper che mise Zanetti in posizione di terzino destro. Dopo un po’ di difficolta all’inizio specialmente nella fase difensiva Zanetti letteralmente esplose in quel ruolo. El Pupi infatti, sottolineò ancora di più le sue grandi doti nel dribbling con azioni che lasciarono a bocca aperta tutti. Quella diventò la sua posizione fissa finche arrivò Roberto Mancini. Con l’acquisto di Maicon, Mancini ha avanzato Zanetti nel ruolo di mediano sinistro in un centrocampo a rombo e anche qui Zanetti sta dimostrando di essere un giocatore insostituibile per l’Inter.

Esordì nel mondo del calcio nel 1991, anno in cui il Talleres de Remedios de Escalada, la squadra in cui militava, lo schierò titolare nel campionato primavera. L’anno successivo passò in prima squadra, sommando 17 presenze e siglando 1 rete. Nel 1993 approdò nella massima serie, al Banfield, con cui giocò 37 partite segnando una rete. Dopo un’altra stagione con gli argentini (29 presenze e tre goal) fu acquistato dal presidente dell’Inter Massimo Moratti, cui fu segnalato da Angelillo. Ha esordito in Serie A il 27/08/1995 in Inter-Vicenza terminata 1-0. Al suo primo anno nella serie A Zanetti convinse i più scettici grazie ad una notevole prestanza fisica e ad una propensione verso il pressing ed il gioco veloce (venne ribattezzato per questi motivi “Sette polmoni”). Un’altra sua caratteristica è l’abilità palla al piede. Le 32 partite disputate ed i due goal segnati lo portarono ad essere titolare inamovibile dei nerazzurri di Milano, di cui è diventato anche capitano dopo il ritiro di Giuseppe Bergomi. Con l’Inter Zanetti ha vinto 1 Coppa UEFA (1998) (battendo la Lazio anche grazie ad un suo gol), 2 Coppe Italia (2005 e 2006), 2 Supercoppa Italiana (2005 e 2006) e 2 Scudetti (2006 e 2007). Nel 2004 è stato inserito da Pelé nella classifica dei 100 migliori gicatori.

Con la Nazionale di calcio argentina Zanetti ha disputato 117 partite diventando il giocatore con il maggior numero di presenze nella storia della “Selecion Albiceleste”. Ha preso parte al Mondiale 1998 e 2002 ed è stato capitano della sua rappresentativa varie volte. A maggio 2006 Zanetti è stato escluso a sorpresa dall’elenco dei convocati dal ct José Pekerman per Germania 2006. È tornato in Nazionale nel 2007 ed ha raggiunto e superato il record di partite giocate per la Selecion, che apparteneva ad Ayala.

Fonte: testo tratto da Wikipedia

[vimeo 672185]

--- Pubblicità ---

--- Pubblicità ---

Un commento to “Tributo a Javier Zanetti”

  1. Tributo a Javier Zanetti | Football Parade! ha scritto:

    […] efficacia sia come esterno difensivo a destra e a sinistra, e anche come esterno di […] Clicka qui per leggere l`intero articolo » Leggi anche Inter, Zanetti: “Un gol […]

Lascia un commento

Cerca


Articoli Recenti


Tags

Argentina Barcellona Bayern Brasile Champions Champions League Chelsea Coppa d'Africa Euro 2008 Fiorentina Francia Germania Inter Italia Juventus Lazio Milan Mondiale 2010 Napoli Real Madrid Roma Sampdoria Serie A Spagna Udinese

Ultimi 5 post


Pagine


Tools

Archivio

Iscriviti

rss button Facebook Twitter

Links