Antonio Cassano: il talento di Bari Vecchia


Antonio Cassano è nato Bari a 12 luglio 1982. È cresciuto calcisticamente nella squadra locale con cui ha debuttato in Serie A. Ha militato successivamente nella Roma ed è poi passato al Real Madrid. Il 13 Agosto 2007, e’ passato alla Sampdoria con la formula del prestito con diritto di riscatto a favore dei Blucerchiati fissato a circa 5.5 milioni di euro.

Originario del quartiere popolare di Bari Vecchia, inizia a tirare i primi calci ad un pallone nella Pro Inter, società giovanile della periferia barese. Dopo due provini con l’Inter e con il Parma che non sfociano in nulla, il giocatore viene notato dagli osservatori del Bari, e ben presto indossa la maglia della squadra Primavera dei biancorossi pugliesi. L’allenatore della prima squadra, Eugenio Fascetti, nota il suo talento e decide di mandarlo in campo per la prima volta in Serie A l’11 dicembre 1999, ad appena 17 anni, in un derby contro il Lecce. Nella giornata di campionato seguente si impone all’attenzione del calcio italiano quando realizza all’88° minuto un gol decisivo contro l’Inter.
I grandi club lo mettono in cima ai loro desideri, e nell’estate del 2001, fresca di scudetto, è la Roma ad aggiudicarsene il cartellino per un importo di 60 miliardi di lire dopo un lungo tira e molla con la Juventus. Purtroppo ben presto il rapporto precipita con parte della tifoseria romanista e la squadra si logora. Inoltre, una volta in scadenza di contratto, rifiuta una prima proposta di rinnovo a 4,5 milioni annui. Anche il rapporto con lo spogliatoio diventa molto teso, a causa delle sue continue e fastidiose marachelle, le celebri “cassanate”. Nel gennaio 2006 passa al Real Madrid, subito gli viene accostato l’epiteto di ‘El Gordito’, tradotto in italiano in ‘Il grassottello’ perchè considerato sovrappeso dai media spagnoli. Ma durante l’estate, con l’arrivo del suo ex-ct della Roma Fabio Capello, Cassano migliora la sua forma fisica e mostra buone performance, tanto da riguadagnare nel 2006 la convocazione nella Nazionale. Tuttavia, ulteriori screzi con Capello hanno portato Cassano ad essere messo fuori rosa dal Real Madrid. Il 13 agosto 2007 è stato raggiunto un accordo per il passaggio in prestito del barese alla Sampdoria.

Ha esordito in Nazionale a 21 anni, il 12 novembre 2003 nella partita amichevole Polonia-Italia (3-1), segnando un gol al suo debutto. Il CT Giovanni Trapattoni, che lo aveva fatto esodire, lo convoca per gli Europei 2004, dove si rivela a livello internazionale segnando 2 gol nelle 3 partite del 1° Turno. Dopo gli Europei, Cassano non viene più convocato con continuità a causa dei suoi numerosi problemi fisici perdendo quindi la possibilità di disputare i Mondiali 2006. Cassano viene nuovamente convocato in Nazionale da Roberto Donadoni per le prime 2 partite di qualificazione agli Europei 2008. Vanta in tutto 10 presenze e 3 gol con gli Azzurri.


--- Pubblicità ---

--- Pubblicità ---

Lascia un commento

Cerca


Articoli Recenti


Tags

Argentina Barcellona Brasile Champions Champions League Chelsea Coppa d'Africa Euro 2008 Fiorentina Francia Germania Inter Italia Juventus Lazio Milan Mondiale 2010 Napoli Nazionale Real Madrid Roma Sampdoria Serie A Spagna Udinese

Ultimi 5 post


Pagine


Tools

Archivio

Iscriviti

rss button Facebook Twitter

Links